Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Avvio di trimestre in crescita per la Borsa di New York, che archivia l'ultima seduta della settimana (oggi Wall Street è chiusa per il Good Friday) ai massimi da un anno e mezzo a questa parte con il balzo dell'industria manifatturiera a livello mondiale e sulla scia dell'ottimismo per i dati sul mercato del lavoro che vengono diffusi oggi.
Il Dow Jones chiude salendo di 70,44 punti, o lo 0,65%, a 10.927,07 punti, con Alcoa che avanza del 3,2%. Lo S&P 500 guadagna lo 0,74%. Il Nasdaq lo 0,19%. Protagonisti della seduta gli energetici con le quotazioni del petrolio che, dopo aver toccato i massimi dgeli ultimi 17 mesi sopra quota 85,00 dollari al barile, chiude a New York a 84,84 dollari.
La seduta si è tenuta fra scambi ridotti alla vigilia del Good Friday, quando i mercati sono chiusi. Nonostante la festività il Dipartimento del lavoro comunicherà i dati relativi a marzo. Le indicazioni finora collezionate sembrano rafforzare la convinzione che anche il mercato del lavoro sia in ripresa o quanto meno si stia stabilizzando. Le richieste di sussidio alla disoccupazione sono infatti scese ai minimi dal dicembre 2008 e in base al sondaggio della Challenger, Gray & Christmas, i licenziamenti programmati dalle aziende americane il mese scorso sono calati del 55% a 67,611 da 150.411 dell'anno precedente.
A trainare il mercato è però il balzo dell'ISM manifatturiero, salito a 59,6, il livello più elevato dal luglio 2004.
Incoraggianti anche i dati a livello globale: in Eurolandia l'attività manifatturiera ha segnato il rialzo più forte dal novembre 2009 il mese scorso, trainata dall'andamento deciso degli ordini e della produzione.
In Giappone la banca centrale ha constatato l'ennesimo miglioramento della fiducia delle imprese, che nel trimestre al 31 marzo si è portata a quota -14, con un rialzo di 11 punti sui tre mesi precedenti.
In Cina l'attività manifatturiera è salita a 57 da 55,8 in febbraio, mentre in Gran Bretagna ha messo a segno il maggior incremento dal 1994.

SDA-ATS