Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Nel primo pomeriggio la Borsa svizzera ha ampliato le perdite, mentre la crisi greca sta degenerando in atti violenti e pesa sui principali listini europei. Alle 15:10, l'indice SMI è in calo dello 0,98% a quota 6'425.11 punti, l'allargato SPI dello 0,95% a 5'694.38 punti.
Dopo il tonfo di ieri, i titoli bancari stanno limitando le perdite, ma sono tuttora in territorio negativo: UBS perde il 2,6%, Credit Suisse l'1,9% e Julius Baer il 2,6%. Pure in ribasso i titoli di Swiss Re (-2,3%), Zurich Financial Services (-1,1%) e Adecco (-1,5%), che domani presenteranno i risultati trimestrali.
In rialzo, invece, Swisscom (+1,4%), nonostante l'utile netto nel primo trimestre sia sceso del 22,1% a 377 milioni di franchi. Da segnalare, inoltre, la progressione di ABB (+0,7%), che ha rilevato per un miliardo di dollari Ventyx, impresa americana specializzata in soluzioni informatiche.

SDA-ATS