Navigation

Borsa svizzera: apertura in calo

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2011 - 09:24
(Keystone-ATS)

Avvio di contrattazioni in flessione per la Borsa svizzera, sulla scia delle preoccupazioni circa la congiuntura americana e la situazione delle finanze statali in Europa. Alle 09.15 il listino principale SMI segna 6546,04 punti, in discesa dello 0,28%. L'indice allargato SPI è a quota 6022,87 (-0,32%).

Sono attesi impulsi in mattinata dagli indici ZEW in Eurolandia e nel pomeriggio da dati congiunturali americani. Wall Street ieri ha terminato la seduta con il Dow Jones in calo dello 0,38% a 12.548,37 punti e il Nasdaq dell'1,63% a 2782,31 punti.

La Borsa di Tokyo ha chiuso gli scambi in rialzo dello 0,09%, azzerando le perdite della prima parte della seduta grazie all'indebolimento dello yen su dollaro ed euro. L'indice Nikkei si è portato a quota 9567,02.

Oltre a Zurigo, sono deboli anche le altre piazze principali europee. Apertura in flessione per la borsa di Londra, con l'indice Ftse 100 a quota 5904,27 punti. La borsa di Francoforte è in calo dello 0,55% a 7387,54 punti. A Parigi l'indice Cac 40 scende dello 0,79% a 3958,15 punti e a Milano l'indice Ftse Mib è in perdita dello 0,41% a 21.596,35 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.