Navigation

Borsa svizzera: apre in ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 maggio 2011 - 09:25
(Keystone-ATS)

Inizio di settimana in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 6499,49 punti (-0,41% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,31% a 5998,99 punti.

Gli operatori parlano di una fase di assestamento, influenzata anche dalle chiusure di Tokyo (Nikkei -0,66% a 9704,38 punti) e Wall Street (Dow Jones +0,43% a 12'638,74 punti, Nasdaq +0,46% a 2827,56 punti), che venerdì ha perso in parte terreno dopo la fine delle contrattazioni nel Vecchio continente. Al centro dell'attenzione sta tornando la crisi dell'euro, con voci sulla necessità di un ulteriore aiuto alla Grecia. Mancano per contro notizie aziendali di rilievo.

In Europa i mercati hanno avviato le contrattazioni in lieve flessione: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,41% a 7461,35 punti), Parigi (Cac 40 -0,47% a 5948,61 punti), Londra (Ftse-100 -0,47% a 5948,61 punti) e Milano (Ftse Mib -0,51% a 21'842 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?