Navigation

Borsa svizzera: apre in ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 maggio 2011 - 09:33
(Keystone-ATS)

Inizio di settimana in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 6475,13 punti (-0,85% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in perdita dello 0,82% a 5964,28 punti.

Sul mercato pesa la situazione debitoria di alcuni paesi dell'eurozona: la Grecia dovrà presentare nuove misure di austerità per risanare le finanze mentre l'agenzia Standard & Poor's (S&P) ha messo in discussione il rating dell'Italia, abbassando la prospettiva. Questa settimana saranno pubblicati diversi dati macroeconomici americani: oggi però non vi sono impulsi.

In Europa avvio negativo anche per Francoforte (Dax -1,50% a 7158,08 punti), Londra (Ftse-100 -1,22% a 5875,78 punti), Parigi (Cac 40 -1,42% a 3934,36 punti) e Milano (Ftse Mib -2,96% a 20'616 punti), piazza su cui pesa in particolare l'effetto S&P. Venerdì Wall Street ha chiuso in flessione (Dow Jones -0,74% a 12'512,04 punti, Nasdaq -0,71% a 2803,32 punti) e lo stesso ha fatto oggi Tokyo (Nikkei -1,52% a 9460,63 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.