Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Inizio di seduta in ribasso stamattina per la Borsa svizzera. Alle 9.40 circa l'SMI cede lo 0,76% a 6'236.90 punti, l'SPI lo 0,79% a 5'777.78 punti.

Avvio fortemente negativo per le principali piazze europee, con il FTSE 100 che dopo una ventina di minuti di scambi perde l'1% a 5.595,85 punti a Londra, il DAX che scende dell'1,02% a 6.561,87 punti a Francoforte, il CAC 40 in calo dell'1,09% a 3.159,06 a Parigi e il FTSE Mib che lascia sul terreno il 2,2% a 12.782 punti a Milano.

Stamani la Borsa di Tokyo ha chiuso in netto ribasso: l'indice Nikkei ha perso l'1,86% a quota 8.508,32 punti con l'euro che è caduto sotto la soglia dei 95 yen per la prima volta da oltre 11 anni in scia alle preoccupazioni legate alla moneta unica in Grecia e Spagna. Inoltre a creare tensioni sul mercato ha contribuito il board della Banca centrale cinese che ha previsto una frenata dell'economia della Repubblica popolare.

Venerdì sera aveva terminato in territorio negativo anche Wall Street: il Dow Jones ha perso lo 0,93% a 12'822.57 punti, il Nasdaq l'1,37% a 2.925,30 punti e lo S&P 500 lo 0,98% a 1.362,97 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS