Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Avvio decisamente al ribasso per la Borsa svizzera chiusa ieri per Pentecoste, depressa sia per i timori che ancora circondano la tenuta dell'euro sia per i venti di guerra che spirano tra le due Coree. Verso le 09.15, l'indice dei titoli guida SMI perdeva il 2,16% a 6072,69 punti. Sul mercato allargato, l'SPI era in discesa del 2% a 5373,36 punti.
Pesante ribasso in avvio di seduta anche a Milano con Piazza Affari che cedeva il 3,5% a 18.357 punti e il Ftse All Share che perde il 3,39% a 18.949 punti. A Francoforte, il Dax arretrava del 2,52% a 5.659,59 punti. A Londra, l'indice Ftse-100 perdeva il 2,82% a 4.926,63 punti. A Parigi, il CAC 40 scendeva del 3,04% a 3.326,54 punti.
La Borsa di Tokyo ha vissuto un'altra seduta pesante, chiudendo in calo del 3,06%. Chiusura in flessione ieri sera anche per Wall Street ieri. Il Dow Jones ha perso l'1,27% a 10.064,38 punti, il Nsdaq lo 0,69% a 2.213,55 e lo S&P 500 l'1,30% a 1.073,60 punti.

SDA-ATS