Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura al ribasso alla Borsa svizzera, sulla scia del tonfo registrato dalla piazza di Tokyo. Alle 09.25 circa l'indice SMI dei titoli guida segna 6304,06 punti, in calo dello 0,78%. L'indice allargato SPI è a quota 5718,44 (-0,79%).

A Tokyo il Nikkei ha chiuso con una contrazione del 6,18%, alla ripresa delle contrattazioni dopo il sisma di venerdì scorso, scendendo a 9620,49 punti. Gli altri mercati asiatici sono pure diminuiti, portando l'indice guida dell'area in flessione del 2,9% e gli analisti vedono anche per i prossimi giorni prevalere questa intonazione.

Tokyo Electric Power ha perso il 24%. L'australiana Paladin Energy il 16% sui timori di un calo della domanda di combustibile per reattore, dopo l'esplosione della centrale di Fukushima. Si specula già sulla ricostruzione e Posco, il più grande produttore di acciaio della Corea del Sud, ha guadagnato l'8,3%.

Flessione anche a Milano, con il Ftse Mib che cede lo 0,38 a 21.780 punti. La Borse di Londra ha invece aperto all'insegna della stabilità. L'indice FTSE è in lieve arretramento dello 0,03% a 5826,86 punti. A Francoforte l'indice Dax è in discesa dell'1,22% a 6896,31 punti. La Borsa di Parigi è pure in calo. L'indice Cac 40 perde lo 0,37% a 3914,03 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS