Navigation

Borsa svizzera: avvio incerto

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 settembre 2011 - 09:44
(Keystone-ATS)

Avvio altalenante stamani per la Borsa svizzera, con gli indici che oscillano intorno alla linea di demarcazione. Alle 9.20 l'SMI scende dello 0,09% a 5'496.29 punti, l'SPI pure dello 0,09% a 5'004.21 punti.

Partenza incerta anche per le principali piazze europee: a Londra il FTSE 100 cede lo 0,08% a 5.314,29 punti, a Francoforte l'indice DAX avanza invece dello 0,08% a 5.410,08 punti. Più decisi il CAC 40 di Parigi, che guadagna lo 0,44% a 3.086,63 punti, e il FTSE Mib di Milano, che sale dello 0,33% a 14.693,79 punti.

A Tokyo l'indice Nikkei ha archiviato la seduta con un timido rialzo (+0,34% a 8793,12 punti), snobbando di fatto il forte rimbalzo messo a segno nella notte da Wall Street, dove il Dow Jones è cresciuto del 2,47% a 11.414,86 punti. Il Nasdaq è progredito del 3,04% a 2.548,94 punti e lo S&P 500 del 2,86% a 1.198,61 punti.

Gli investitori sono prudenti in attesa delle decisioni che saranno adottate dalla Banca centrale europea (anche sui nuovi acquisti di titoli pubblici di Eurolandia) e del piano sull'occupazione che il presidente americano Barack Obama dovrebbe presentare oggi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?