Navigation

Borsa svizzera: mattinata negativa

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 dicembre 2010 - 11:32
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Mattinata in calo per la Borsa svizzera. Nell'ultima giornata di contrattazioni del 2010 sui mercati continuano a pesare la debolezza dell'euro e del dollaro. L'indice principale SMI verso le 11:30 segna 6518,81 punti, in calo dello 0,73% rispetto alla chiusura di ieri. Il listino allargato SPI è a quota 5857,62 (-0,62%).
Sulle principali borse europee prevale la cautela in attesa di conoscere i dati macroeconomici americani che verranno pubblicati nel pomeriggio. Dagli USA, sono attese indicazioni, tra l'altro, sui sussidi di disoccupazione e sulla vendita di abitazioni.
Tra i titoli difensivi di peso, nessuno sostiene il listino: Nestlé (-0,98%), Novartis (-0,62%) e Roche (-0,57%). Negativi anche i titoli finanziari: UBS scende dello 0,64%, il Credit Suisse dello 0,50% e Julius Bär dello 0,52%. Zurich Financial perde lo 0,77%, Swiss Re l'1,17%. Fra i titoli sensibili ai cicli congiunturali calano sia ABB (-0,90%) che Holcim (-0,77%). Flessioni più marcate invece per Swisscom (-1,05%) e Lonza (-2,65%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?