Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo una mattinata poco sotto la linea, la Borsa svizzera incrementa le perdite nel pomeriggio. Verso le 15.00 l'indice guida SMI segna un -0,37% a punti 6.687,02. L'indice allargato SPI è a quota 5.997,59 (-0,39%). I risultati annuali di cinque blue chip sono stati accolti in modo contrastato, spiegano gli analisti, e la loro influenza sulle contrattazioni si sta affievolendo. A pesare sono ora i dati macroeconomici provenienti dagli Usa.

I prezzi a gennaio hanno segnato un rialzo mensile dello 0,4%, contro la previsione di un +0,3%, mentre le richieste settimanali di sussidio di disoccupazione sono aumentate di 25.000 unità a quota 410.000 (contro un preventivo che parlava di 400.000).

Per quanto riguarda il listino principale, Nestlé perde leggermente terreno rispetto alla mattinata (+0,95%). Il titolo ha beneficiato degli ottimi risultati ottenuti nel 2010, che hanno ampiamente superato le attese sia a livello di crescita organica che di crescita interna reale. Continua ad essere in progressione anche Swiss Re (+2,95%), malgrado i dati pubblicati siano giudicati deludenti dagli analisti.

Perdite di rilievo invece per Swisscom (-3,67%), ABB (-2,59%), Roche (-1,65%) e Adecco (-3,73%), mentre cresce Actelion (+0,93%). Sul mercato allargato, da segnalare il +2,9% del titolo Nobel Biocare, malgrado i pessimi risultati annunciati oggi dal gruppo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS