Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La Borsa svizzera ha oscillato stamane attorno alla parità. Mancano indicazioni chiare, ha osservato un operatore. Inoltre non sono stati pubblicati dati congiunturali in grado di muovere il mercato. Alle 11.35 circa il listino principale SMI è a quota 6863,87 in calo dello 0,06% rispetto alla chiusura di ieri. L'indice allargato SPI segna 5965,33 punti (-0,05%).
In Svizzera al centro dell'attenzione figura Swiss Re (-0,40%), che ha reso noto una stima delle conseguenza dei danni del terremoto in Cile e della tempesta "Xynthia" in Europa. Swiss Life sale dello 0,36%, Zurich Financial scende dello 0,26%. Quanto ai titoli bancari, il Credit Suisse segna una progressione dell'1,06%, la Julius Bär è in rialzo dell'1,15%, mentre l'UBS perde lo 0,12%.
Fra i pesi massimi, Novartis scende dello 0,42%. Stamane il gruppo basilese ha reso noto di avere emesso con successo un prestito obbligazionario per un ammontare complessivo di 5 miliardi di dollari, destinato al rifinanziamento dell'acquisizione di Alcon. Non è servito a sostenere il corso neppure il miglioramento del giudizio del titolo da parte della Deutsche Bank. La concorrente Roche è pure in calo (-0,94%). La Nestlé sale invece dello 0,47%.
Sul mercato allargato l'attenzione è rivolta a Bossard (+3,17%), Swisslog (-7,55%) e Ascom (-1,3%), che hanno presentato gli ultimi dati sull'andamento degli affari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS