Navigation

Borsa svizzera ancora negativa a metà giornata

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2011 - 11:47
(Keystone-ATS)

Borsa svizzera ancora in territorio negativo a metà giornata, anche se le forti perdite dell'avvio sono state in parte riassorbite. Verso le 11.30, l'indice SMI del listino principale arretrava dello 0,14% a 6262,35 punti. L'indice allargato SPI perdeva lo 0,13% a 5765,68 punti.

Pesano sui mercati le incertezze legate al debito greco e alla congiuntura negli Stati Uniti, tutti fattori poco propizi per gli investimenti.

Le vendite sui titoli difensivi appesantiscono i listini. Roche cede lo 0,28%, Nestlé lo 0,09% e Novartis lo 0,89%. Su quest'ultimo titolo, come quello di Actelion (-1,44%), pesano valutazioni di Barclays.

Tra i bancari, UBS avanza dell'1,04%, Credit Suisse dello 0,78%, mentre Julius Baer è praticamente invariata. Tra gli assicurativi ZFS è poco sotto la linea (-0,09%), mentre Swiss Re perde lo 0,20%.

Sul mercato allargato, Sulzer cede oltre il 4% dopo che stamane è stata resa nota l'inaspettata partenza del CEO Ton Büchner che lascia l'impresa nel quarto trimestre di quest'anno per accedere all'industria chimica olandese Akzo Nobel.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.