Navigation

Borsa svizzera apre in flessione

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 maggio 2011 - 09:31
(Keystone-ATS)

Apertura in flessione oggi per la borsa svizzera sulla scia delle speculazioni sul futuro del direttore del FMI Dominique Strauss-Kahn, agli arresti a New York con l'accusa di violenza carnale. Verso le 09.15, l'indice delle blue chip SMI perdeva lo 0,29% a 6554,26 punti. L'indice allargato SPI era in arretramento dello 0,24% a 6031.09 punti. In calo di oltre l'1% i titoli UBS e Credit Suisse.

Avvio in flessione anche sulle principali piazze europee. A Milano, l'indice Ftse Mib segna una perdita dello 0,87% a 21,565 punti. La borsa di Londra ha aperto in calo dello 0,42%, con l'indice Ftse-100 a 5.901,03 punti. Esordio negativo anche per Francoforte con l'indice Dax che cede lo 0,75% a 7.348,12 punti. A Parigi, il CAC 40 perde l'1,01% a 3975,38 punti.

La borsa di Tokyo ha chiuso in ribasso dello 0,94% a 9.558,30 punti, alla riapertura degli scambi dopo l'arresto del direttore generale dell'Fmi, e in in scia al nuovo scivolone della Tepco (-7%) per gli ultimi sviluppi negativi nella centrale nucleare di Fukushima, dove è stata confermata la fusione del combustibile nel reattore numero 1.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.