Navigation

Borsa svizzera chiude in progressione, SMI +1,19%

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 maggio 2011 - 17:56
(Keystone-ATS)

Giornata positiva oggi per la borsa svizzera, che nel corso del pomeriggio ha ampliato i guadagni sorretta dai dati migliori delle attese circa la creazione di posti di lavoro negli Stati Uniti. In chiusura, l'indice principale SMI ha messo a segno un guadagno dell'1,19% a 6526,51 punti. Sul mercato allargato, l'SPI è avanzato anch'esso dell'1,19% a 6017,89 punti.

Stando agli analisti sentiti dalla Reuters, i 244 mila nuovi posti di lavoro creati in aprile negli Stati Uniti non hanno per fortuna confermato i dubbi sulla ripresa congiunturale americana. Tuttavia non è il caso di cantar vittoria, dal momento che nel contempo la disoccupazione è salita al 9%, hanno avvertito. I dati di oggi non vanno quindi sopravvalutati; essi confermerebbero lo scenario di una ripresa moderata e su tempi lunghi del mercato del lavoro a stelle e strisce.

A spingere verso l'alto i listini sono stati soprattutto i titoli difensivi. Roche è avanzata del 2,11% a 145,50 franchi, Novartis dell'1,34% a 52,75 franchi e Nestlé dello 0,65% a 54,15 franchi. Secondo esperti, tenuto conto dei prezzi delle materie prime in calo, dei dati macro in maggioranza deludenti e dell'insicurezza ancora palpabile che serpeggia sui mercati, gli investitori si sono lanciati su valori considerati sicuri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?