Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera termina in crescita, SMI +0,95%

ZURIGO - Giornata tutta in positivo oggi per la Borsa svizzera che ha retto bene ai dati non esaltanti provenienti nel pomeriggio dagli Usa sulla disoccupazione. Dopo un calo repentino, il mercato ha ripreso a salire. Al termine delle contrattazioni, l'indice dei titoli guida SMI ha guadagnato lo 0,95% a 6617,88 punti. Sul mercato allargato, l'SPI è avanzato dello 0,90% a 5709,4%.
Nonostante questa performance incoraggiante, gli operatori giudicano prematuro parlare di un nuovo trend al rialzo. Solo la settimana prossima se ne saprà di più, quando molti operatori ritorneranno dalle vacanze e verranno pubblicati i primi dati aziendali (Sika, Geberit, Barry Callebaut, Sulzer, SGS).
Particolarmente ricercati oggi sono stati i titoli bancari e assicurativi. UBS ha guadagnato il 3,80% a 17,21 franchi, il Credit Suisse l'1,54% a 56,05 franchi e Julius Baer l'1,01% a 36,16 franchi.
Per gli assicurativi, Swiss Re è cresciuta dell'1,24% a 52,95 franchi, mentre Swiss Life ha perso tutti i guadagni del mattino arretrando dello 0,34% a 144,7 franchi. Ieri questa azione aveva già concentrato su di sé l'attenzione degli operatori in seguito a voci di corridoio che parlavano di un interessamento di Allianz per l'assicuratore elvetico. Voci che taluni broker giudicano tuttavia infondate.
Come ieri, i titoli ciclici sono risultati crescita, trascinati da speculazioni su un miglioramento delle congiuntura per l'anno in corso.
Tra i pesi massimi, Nestlé ha guadagnato l'1,47% a 49,11 franchi, Novartis ha terminato invariata a 53,8 franchi, mentre Roche è avanzata dello 0,28% a 178,5 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.