Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRASILIA - Il Brasile si doterà nei prossimi anni di quattro nuove centrali nucleari, che andranno ad aggiungersi alle due già in funzione e una in costruzione.
Lo ha annunciato oggi ai microfoni della Radio Nacional il ministro dell'Industria, Miguel Jorge, specificando che saranno tutte dotate di uranio arricchito in Brasile e utilizzeranno tecnologia made in Brazil.
Le riserve brasiliane di uranio sono le seste al mondo. Jorge ha rivelato che anche i siti dove saranno costruiti sono già decisi, ma non ha voluto fornire dettagli.
"Anche se siamo ormai una potenza petrolifera, l'80% dell'energia che utilizziamo è rinnovabile, e intendiamo mantenere questa proporzione", ha specificato il ministro, dopo un incontro con il ministro tedesco dell'Economia, Rainer Brudele.
Il programma nucleare brasiliano è sorto con l'aiuto tecnologico tedesco e, dopo trent'anni di sviluppo autonomo e autarchico, il governo brasiliano sta pensando adesso di riprendere la cooperazione tecnologica.
L'annuncio delle quattro nuove centrali nucleari avviene mentre imperversano le polemiche per la costruzione della mega centrale idroelettrica di Belo Monte, che sarebbe la terza al mondo ma provocherebbe ingenti danni all'ambiente nella regione amazzonica dello Xingù.

SDA-ATS