Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I richiedenti l'asilo ospiti dell'alloggio della Confederazione aperto ieri a Bremgarten (AG) non possono frequentare senza apposito permesso il complesso scolastico, le attrezzature sportive e le piscine della cittadina argoviese. È quanto prevede l'accordo fra le autorità locali e l'Ufficio federale della migrazione (UFM). OSAR e UNHCR sono critici in merito.

Tali zone sono ritenute "delicate", ha detto oggi all'ats la portavoce dell'UFM Sibylle Siegwart. Invece, altri spazi pubblici, come il piazzale delle chiese e la baracca forestale, non sono vietati all'accesso, come riportato erroneamente da alcuni media. I divieti di frequentare determinate zone non sono comunque generalizzati ma indirizzati alle singole persone, ha precisato la portavoce.

Il municipio ha chiesto alla Confederazione di formulare regole chiare al fine di limitare i conflitti fra la popolazione locale ed i richiedenti l'asilo. Questi ultimi sono stati informati in merito alle "zone delicate", ha aggiunto Sibylle Siegwart.

Infrazioni al "regolamento" possono essere soggette a sanzioni, se turbano la quiete e l'ordine pubblico. In ogni caso bisogna prima considerare ogni caso a sé stante e discuterne con l'interessato, ha spiegato la portavoce dell'UFM, ricordando che anche per il centro di Nottwil (LU), ora chiuso, erano state stabilite delle zone "off limits" per i richiedenti l'asilo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS