Navigation

Caso Hildebrand: BNS verifica tutte transazioni da 2009

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 gennaio 2012 - 18:55
(Keystone-ATS)

Il Consiglio della banca della BNS reagisce alle controverse operazioni effettuate dal presidente dell'istituto di emissione Philipp Hildebrand: tutte le transazioni bancarie dei membri del direttorio allargato effettuate dall'inizio del 2009 alla fine del 2011 andranno attentamente analizzate. Inoltre il regolamento interno della BNS andrà rivisto, indica un comunicato diffuso oggi.

"Tenuto conto degli avvenimenti di questi ultimi giorni", il Consiglio della banca ha deciso che "tutte le transazioni bancarie effettuate da membri della direzione generale allargata" tra il primo gennaio 2009 e il 31 dicembre 2011 saranno verificate da una società di revisione. La decisione è stata presa oggi in occasione di una seduta del Consiglio.

Inoltre, il regolamento sulle operazioni su strumenti finanziari realizzate a proprio nome da membri della direzione generale allargata sarà "oggetto di un approfondito riesame" da parte "di specialisti esterni", si legge nel comunicato. Il Consiglio intende disporre del progetto di nuovo regolamento il più presto possibile.

Nell'attesa della sua entrata in vigore, le operazioni sulle valute superiori ai 20'000 franchi realizzate da membri della direzione generale allargata "o da collaboratori con accesso a informazioni privilegiate" dovranno ottenere l'autorizzazione dal responsabile della compliance alla BNS.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?