Navigation

Caso Reinhardt: commissione esamina comportamento governo

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 marzo 2010 - 17:21
(Keystone-ATS)

COIRA - Un comitato ristretto composto di cinque membri della commissione della gestione (CdG) del Gran consiglio dei Grigioni esaminerà la vicenda dei problemi di alcool e del suicidio del comandante della polizia grigionese Markus Reinhardt. Al centro dell'attenzione vi sarà in particolare il ruolo del governo.
Il gruppo, guidato dal PPD Marcus Caduff, comprende anche esponenti di UDC, PLR, PS, e PBD. La sottocommisisone potrà contare anche sull'aiuto di un esperto esterno.
La consigliera di stato Barbara Janom Steiner (PBD), responsabile del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità e diretta superiore del defunto comandante di polizia, si è intrattenuta oggi per due ore con la Commissione della gestione. Secondo Caduff, non vi sono indizi che facciano pensare ad infrazioni legali nel suo comportamento.
La CdG vuole comunque approfondire la questione e interrogare tutto il Consiglio di Stato. Si dovrà esaminare se il governo abbia commesso negligenze rilevanti da un punto di vista legale. Caduff ha fatto capire che vorrebbe concludere i lavori entro circa un mese.
Reinhardt si è tolto la vita il 26 gennaio con l'arma di servizio in una camera d'albergo a Davos. Era responsabile della sicurezza del Forum economico WEF. Il fatto era avvenuto prima di un suo previsto colloquio con la consigliera di stato Steiner, durante il quale si sarebbe dovuto discutere anche dei problemi di alcool del comandante.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?