Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Per la prima volta nella storia elvetica il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) sarà diretto da un esponente del Partito socialista, con Simonetta Sommaruga, mentre il dipartimento delle finanze non è mai stato, fino ad oggi, nelle mani di un UDC o di un PBD.
Se si osserva nel dettaglio la storia di quest'ultimo mezzo secolo, si constata che dal 1960 il DFGP è soprattutto stato appannaggio del Partito popolare democratico (PPD), per un totale di 38 anni. Ludwig von Moos e Kurt Furgler si sono succeduti fino a quando le redini non sono passate nelle mani del radicale Rudolf Friedrich nel 1983 e poi di quelle della collega di partito Elisabeth Kopp. Nel 1989, il dipartimento è tornato a un PPD, con Arnold Koller, seguito nel 1999 da Ruth Metzler, pure esponente PPD. L'UDC Christoph Blocher lo ha ripreso nel 2003, seguito da Eveline Widmer-Schlumpf (UDC, poi PBD) quattro anni dopo.
Per quanto concerne le finanze, finora ha predominato la guida liberale radicale, con circa 26,5 anni. Il dipartimento era in mani PLR dal novembre 1995: prima di Eveline Widmer-Schlumpf c'erano Kaspar Villiger e Hans-Rudolf Merz; prima ancora grandi argentieri quali Nello Celio (dal luglio 1968 a fine 1973) e Georges-André Chevallaz (dal 1974 a fine 1979). Un posto che il vodese aveva ripreso "ad interim" per due mesi nel 1983, dopo la morte di Willy Ritschard, socialista, che guidava il dipartimento dal 1980. È poi subentrato un altro esponente socialista: Otto Stich, dal 1984 a fine ottobre 1995. Dal 1960 ad oggi il PPD ha contato solo due ministri delle finanze: Jean Bourgknecht (dal 1960 a fine settembre 1962) e Roger Bonvin (fino a fine giugno 1968).
Assumendo la guida del Dipartimento dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC), Doris Leuthard offre al suo partito un ministero che soltanto un altro esponente PPD aveva diretto in mezzo secolo: Roger Bonvin, dal luglio 1968 a fine 1973.
I socialisti hanno avuto in mano il DATEC per un totale di 27 anni, a partire dal 1960. Per tre lustri è stato diretto da Moritz Leuenberger, dal 1995 ad oggi. In precedenza c'erano stati Willy Spühler (dal 1960 a fine 1965) e Willy Ritschard (dal 1974 a fine 1979). Anche diversi UDC hanno avuto la guida del DATEC: Rudolf Gnägi (dal 1966 a fine giugno 1968), Leon Schlumpf (dal 1980 a fine 1987) e Adolf Ogi (dal 1988 a fine ottobre 1995).
Il Dipartimento dell'economia va al Partito liberale radicale, ciò che rappresenta un "ritorno alla normalità" (il PLR lo ha diretto per un totale di 37,5 anni). Sette anni dopo che Pascal Couchepin lo aveva lasciato per assumere il Dipartimento dell'interno, il DFE torna ad essere un bastione radicale, con Johann Schneider-Ammann.
Dal 1960 il dipartimento ha avuto un solo UDC: Friedrich Traugott Wahlen (dal 1960 a fine giugno 1961). Tre i PPD che lo hanno guidato: Kurt Furgler (dal 1983 al 1986), Joseph Deiss (dal 2003 al 2006) e Doris Leuthard (dal 2006 ad oggi).
Tutti gli altri ministri dell'economia sono stati esponenti del PLR, senza interruzione dal luglio 1961 a fine 1982, con Hans Schaffner, Ernst Brugger e Fritz Honegger. Poi dal 1997 a fine 2002 con Jean-Pascal Delamuraz e Pascal Couchepin.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS