Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Consiglio federale intende prolungare a due anni la durata del mandato del presidente della Confederazione. Inoltre, desidera rafforzare l'attività del governo, facendo maggiormente ricorso ai Segretari di Stato e adottando ulteriori provvedimenti. La riorganizzazione dei dipartimenti sarà invece discussa più avanti.
Con un mandato più lungo il presidente della Confederazione, che non sarebbe rieleggibile, riuscirebbe ad assolvere meglio le proprie funzioni direttive e rappresentative. Secondo il Consiglio federale in questo modo verrebbe rafforzata la direzione politica, in particolare quando è necessario far fronte a situazioni straordinarie. Non è invece prevista la creazione di un dipartimento presidenziale.
Il prolungamento del mandato richiede tuttavia una modifica della Costituzione e va dunque sottoposto a popolo e cantoni. Si dovrà anche verificare se l'elezione del presidente della Confederazione debba essere attribuita all'esecutivo o al Parlamento. Medesima procedura per il vice presidente, che verrebbe però eletto solo per un anno.
La proposta del Consiglio federale ha però suscitato poco entusiasmo. La maggior parte dei principali partiti giudica la riforma poco coraggiosa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS