Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOS ANGELES - L'attore americano Kevin McCarthy, veterano di Hollywood e indimenticato protagonista de 'L'invasione degli ultracorpi', è morto sabato alla veneranda età di 96 anni. Secondo quanto riferisce il quotidiano Los Angeles Times, l'attore si è spento per cause naturali all'ospedale di Cape Cod, nel Massachusetts.
Nato nel 1914 a Seattle, nello stato di Washington, nella sua lunga carriera aveva lavorato in una cinquantina di film oltre che in varie serie televisive e in teatro. Aveva debuttato a Broadway negli anni Trenta e era stato uno dei fondatori dell'Actors Studio di New York, uno dei laboratori teatrali più famosi del mondo.
Sulle scene nel 1949 aveva interpretato il ruolo di Bill Loman ne 'La morte di un commesso viaggiatore', in cui anni dopo aveva recitato anche nella versione cinematografica. Per questo aveva avuto una 'nomination' all'Oscar vincendo poi un Golden Globe.
Il film che gli ha dato notorietà mondiale fu tuttavia 'L'invasione degli ultracorpi', un capolavoro della fantascienza diretto da Don Siegel e uscito nel 1956. Nella storia della cittadina i cui abitanti sono derubati della loro indentità e sostituiti da replicanti, McCarthy interpreta la parte del dottor Miles Bennell. il medico che per primo lancia, inutilmente, l'allarme delle presenze aliene.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS