Navigation

Commissione CN: inchiesta indipendente sul Kosovo

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2011 - 17:47
(Keystone-ATS)

Il Consiglio federale deve promuovere l'istituzione di una commissione d'inchiesta internazionale sul traffico di organi umani nel Kosovo. La commissione di politica estera del Consiglio nazionale ha adottato all'unanimità una mozione che riprende la richiesta in questo senso del Consiglio d'Europa.

La commissione ha preso questa decisione dopo aver ascoltato il consigliere agli Stati Dick Marty (PLR/TI), autore di un rapporto, redatto per conto del Consiglio d'Europa, che rivela l'esistenza di un traffico di organi nel 1999 e 2000. La commissione ha fatto sapere d'essere "vivamente impressionata dalla qualità del lavoro del relatore", nonché del suo coraggio e impegno personale.

Nel documento pubblicato lo scorso dicembre dal Consiglio d'Europa, Dick Marty scrive che i responsabili dell'ex guerriglia kosovara dell'UCK si sono dedicati a un traffico di organi prelevati da prigionieri serbi durante la guerra civile. Sarebbe coinvolto l'attuale primo ministro del Kosovo Hashim Thaçi, che ha categoricamente respinto queste accuse.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.