Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO/BASILEA - L'indicatore dei consumi UBS è progredito in marzo a 1,71 punti rispetto agli 1,20 punti nel mese di febbraio. Il barometro è tornato così al livello precedente alla crisi dell'estate 2008.
Il rapido incremento segnala un'accelerazione della crescita dei consumi e conferma le stime congiunturali ottimiste di UBS, ha comunicato oggi la stessa banca. I suoi economisti contano quest'anno su un'espansione del prodotto interno lordo (Pil) svizzero del 2,5%.
La progressione dell'indicatore è dovuta principalmente alla ripresa delle vendita di automobili nuove: le immatricolazioni sono aumentate in marzo del 20% a 28'354 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, un livello non più raggiunto dall'estate del 2008.
Anche i pernottamenti in albergo da parte di turisti indigeni ha contribuito all'aumento del barometro. Secondo UBS, l'atteso miglioramento della fiducia dei consumatori e del volume d'affari del commercio al dettaglio dovrebbero portare a un'ulteriore progressione dell'indicatore nei prossimi mesi.

SDA-ATS