Navigation

Corruzione: Transparency, Svizzera è ottava ma perde terreno

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2010 - 12:36
(Keystone-ATS)

BERNA/BERLINO - La Svizzera rimane uno dei paesi meno corrotti al mondo, ma sta perdendo terreno: lo rivela la classifica internazionale di Transparency International (TI), che rimprovera alla Svizzera in particolare di non avere norme sul finanziamento dei partiti.
In testa alla graduatoria, presentata oggi a Berlino, figurano - a pari merito - Danimarca, Nuova Zelanda e Singapore, tutte con 9,3 punti su una scala che va da 0 a 10, seguite da Finlandia e Svezia (9,2 punti ciascuna) e dal Canada (8,9 punti). All'ottavo posto, si trovano l'Australia e la Svizzera, entrambe con 8,7 punti. Per la Confederazione si tratta del voto più basso ottenuto dal 2003, sottolinea la sezione elvetica di TI.
A questo proposito l'organizzazione ricorda la donazione di 150'000 franchi di UBS al PPD diventata di dominio pubblico nel marzo 2009 e che aveva suscitato critiche, considerato che la banca era appena stata fortemente aiutata con fondi pubblici. La Svizzera è l'unico paese democratico a non disporre di una normativa sul finanziamento delle formazioni politiche, sottolinea TI: il cittadino non può così farsi un'idea sugli interessi finanziari dei partiti. L'immagine di incorruttibilità della Svizzera non è distrutta, ma sta subendo delle crepe: Transparency chiede quindi ai partiti di essere trasparenti e di rendere pubbliche le loro fonti di finanziamento.
L'indice di TI misura la "percezione della corruzione" che manager, imprenditori, uomini d'affari e analisti politici si fanno di un determinato paese soprattutto sulla base di notizie dei media. La Somalia, con 1,1 punti, è in coda alla classifica di 178 paesi esaminati, preceduta da Afghanistan e Birmania (1,4 punti). Nella graduatoria spicca anche il nuovo arretramento dell'Italia, che perde quattro posizione e scivola al 67esimo posto con 3,9 punti, dopo il Ruanda (66esimo posto, 4,0 punti) e solo un gradino sopra la Georgia (68esimo posto, 3,8 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.