Navigation

CPI: via libera a indagini su crimini guerra Kenya nel 2008

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 marzo 2010 - 16:36
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - Via libera della Corte penale internazionale (CPI) alle indagini sulle violenze in Kenya dopo le elezioni del 2008. Il procuratore del Cpi, Louis Moreno Ocampo, aveva chiesto ai giudici lo scorso novembre l'autorizzazione ad avviare un'indagine per "crimini di guerra" commessi in Kenya nel corso delle violenze post elettorali del 2008.
Diverse centinaia di persone persero la vita e subirono violenze e stupri all'inizio del 2008 in scontri etnici seguiti alla contestata elezione del presidente Mwai Kibabi, appartenente alla tribù dei kikuyu.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?