Navigation

CSt: braccialetti elettronici per mariti violenti

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2011 - 19:34
(Keystone-ATS)

I braccialetti elettronici dovrebbero poter essere portati anche dai mariti violenti, per evitare che si avvicinino alle vittime e commettano altri reati. Il Consiglio degli Stati ha tacitamente adottato una mozione del Nazionale in questo senso e incaricato il Consiglio federale di elaborare le necessarie basi legali.

I parlamentari ritengono soddisfacenti le esperienze in questo campo realizzate in Spagna e in Francia. I dispositivi elettronici permettono di sorvegliare i movimenti dei mariti violenti e verificare se violano le misure di allontanamento. È così possibile agire prima che entrino in azione. Affinché i braccialetti elettronici possano essere utilizzati in Svizzera, sono necessarie nuove basi legali. I cantoni saranno competenti per quanto riguarda l'esecuzione di queste misure.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.