Navigation

CSt: programma armamento; mantenuto credito di 529 milioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 dicembre 2010 - 13:40
(Keystone-ATS)

BERNA - La fattura del programma di armamento 2010 non deve superare i 529 milioni di franchi. Con 20 voti contro 12, il Consiglio degli Stati ha ribadito oggi la sua posizione. Una minoranza di centro-destra voleva aumentare il credito a 617 milioni. Dal canto suo, il ministro della difesa Ueli Maurer ne aveva chiesti 651.
Il consigliere federale avrebbe voluto che il Parlamento accettasse sia il programma di armamento iniziale, che ammonta a 529 milioni di franchi, sia un supplemento di 122 milioni per coprire i costi dei 70 veicoli blindati per il trasporto delle truppe supplementari.
Le due Camere hanno già accettato questo credito aggiuntivo. I "senatori" hanno tuttavia posto come condizione di volerlo compensare interamente, procedendo a tagli nel budget dedicato al rinnovo del parco veicoli. Il Consiglio nazionale non è invece del medesimo avviso.
La Camera del popolo ne ha compensati soltanto 58 milioni, per un totale di 593 milioni di franchi. Ha rinunciato all'acquisto dell'equipaggiamento logistico destinato agli elicotteri leggeri per il trasporto e la formazione (24 milioni).
Il Nazionale intende pure rinunciare a 34 milioni previsti per il rinnovo del parco veicoli (stralciando l'acquisto di 1'000 automobili). Una minoranza di "senatori" era disposta a seguire il Nazionale su questo punto, ma solo se questo taglio era l'unico apportato al programma.
Il dossier ritorna al Nazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?