Navigation

CSt: respinta iniziativa "6 settimane di vacanza per tutti"

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 giugno 2011 - 11:13
(Keystone-ATS)

Il Consiglio degli Stati ha respinto oggi con 28 contro 10 l'iniziativa popolare "sei settimane di vacanza per tutti". Per i senatori il testo del sindacato Travail.Suisse, già bocciato dal Nazionale, sarebbe nocivo per l'economia.

Per la maggioranza, l'attuale forza del franco rende il lavoro in Svizzera ancora più caro rispetto all'estero. Una minoranza ha invece invano tentato di raccomandare l'accettazione dell'iniziativa, ricordando i costi sanitari che derivano da un sovraccarico di lavoro.

Attualmente, i lavoratori hanno diritto a un minimo di quattro settimane di vacanza all'anno, che diventano cinque nel caso abbiano meno di 20 anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?