Navigation

ElCom: riduzione tariffe rete di trasporto era corretta

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2010 - 09:56
(Keystone-ATS)

BERNA - La riduzione delle tariffe 2010 per l'utilizzo della rete di trasporto dell'elettricità, ordinata in luglio a titolo cautelare, era corretta: è la conclusione cui giunge la Commissione federale dell'energia elettrica (ElCom) dopo l'esame approfondito della documentazione. Per i consumatori questo si traduce in uno sgravio di 130 milioni di franchi all'anno, spiega l'ElCom in un comunicato odierno.
Sulla base di un primo esame sommario, la ElCom era giunta alla conclusione che i costi dichiarati dai proprietari della rete di trasporto - Alpiq, BKW, Axpo, EWZ e Rätia Energie, nonché alcune aziende più piccole - erano stati fissati a un livello troppo elevato. La commissione ha così ridotto di circa il 13% (da 989 a 859 milioni di franchi) i costi per l'utilizzazione della rete e per le prestazioni di servizio.
Poiché l'abbassamento è stato effettuato già prima del calcolo delle tariffe 2010, i prezzi attuali per l'utilizzazione della rete non cambiano. Dai risultati dell'esame emerge tuttavia che le tariffe avrebbero dovuto subire una riduzione ancora maggiore. Questa differenza dovrà ora essere compensata nel calcolo dei prezzi per gli anni successivi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.