Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - L'organizzazione per i diritti umani Human Rights Watch (Hrw) ha denunciato un clima di repressione politica e di violazione dei diritti umani alle prime elezioni multipartitiche che si sono tenute in Sudan da 24 anni a questa parte. Hrw ha chiesto alle autorità locali di indagare su tali abusi e di consegnare alla giustizia i responsabili.
"Al di là delle irregolarità tecniche - ha detto Georgette Gagnon, direttore di Africa Hrw - vogliamo sottolineare come l'oppressione politica e la violazione dei diritti umani abbiano condizionato il voto in tutto il Sudan".
Le elezioni politiche, presidenziali e regionali tenutesi in Sudan dall'11 al 15 aprile, hanno soddisfatto solo in parte gli osservatori internazionali che hanno parlato di problemi tecnici, irregolarità e presunti brogli.
Il processo elettorale è stato particolarmente caotico nel sud del Paese. Per gli Stati del nord, Human Rights Watch ha invece denunciato un clima di intimidazione, con fermi e arresti arbitrari di attivisti politici e dell'opposizione al National Congress Party, partito di governo del presidente Omar Al Bashir.

SDA-ATS