Navigation

Ex calciatore FC Basilea condannato per spaccio cocaina

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 marzo 2012 - 10:08
(Keystone-ATS)

L'ex calciatore del FC Basilea Nenad Savic è stato riconosciuto colpevole dello spaccio di oltre 1,2 chilogrammi di cocaina. Il 31enne è stato condannato oggi dal Tribunale distrettuale di Zurigo a 36 mesi di prigione, 10 dei quali da scontare.

I fatti risalgono al periodo fra il novembre 2008 e l'aprile 2009. L'ex calciatore, oggi disoccupato, è comparso ieri davanti al tribunale zurighese e si è rifiutato di parlare. Durante l'istruttoria aveva fatto una parziale confessione alla polizia, ammettendo di aver acquistato 300 grammi di cocaina, che ha in seguito tagliato con del latte in polvere e rivenduto con un guadagno di circa 10mila franchi.

Il procuratore ha richiesto nei suoi confronti 3 anni e mezzo di prigione da scontare, mentre la difesa si è battuta per una riduzione ad un massimo di 15 mesi sospesi con la condizionale. Nenad Savic vinse nel 2002 il campionato svizzero di calcio con la maglia del FC Basilea.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?