Navigation

Fallimento BCGE: tribunale correzionale, oggi la sentenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 luglio 2011 - 10:39
(Keystone-ATS)

La sentenza del processo fiume legato al dissesto della Banca cantonale di Ginevra (BCGE) sarà emesso oggi pomeriggio dal Tribunale correzionale. Tre ex dirigenti e due ex revisori sono sul banco degli imputati accusati di falsità in documenti e di amministrazione infedele aggravata.

Il procuratore generale Daniel Zappelli ha chiesto due anni di detenzione sospesi con la condizionale. Per i cinque imputati, che hanno sempre proclamato la loro buona fede e la loro innocenza, i loro avvocati hanno chiesto l'assoluzione.

I fatti risalgono al 1996-1999. Il pubblico ministero accusa i tre ex dirigenti e i due ex revisori di aver tentato di nascondere la situazione critica della banca. Il salvataggio dell'istituto è costato al Cantone non meno di 2,3 miliardi di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.