Navigation

Finanziamento ospedali: Helsana inoltra ricorso

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 gennaio 2012 - 14:03
(Keystone-ATS)

Helsana inoltra ricorso presso il Tribunale federale amministrativo: l'assicuratore malattia non vuole infatti applicare le tariffe ospedaliere provvisorie fissate dal Cantone di Zurigo.

Nell'ambito della riforma relativa al finanziamento degli ospedali entrata in vigore all'inizio dell'anno, Helsana - assieme ad altre due casse malattia - ha negoziato un proprio tariffario con la maggior parte dei nosocomi svizzeri. Nel contempo tuttavia la Conferenza dei direttori cantonali della sanità ha elaborato listini provvisori, nell'intento di garantire che nel 2012 tutti gli assicuratori siano legati da accordi tariffari con l'insieme degli ospedali.

"Per noi è inaccettabile, ha detto il direttore di Helsana Daniel Schmutz in un'intervista al "SonntagsBlick", che le tariffe provvisorie abbiano la priorità rispetto a quelle da noi già negoziate". "È quanto sta succedendo nel cantone di Zurigo e proprio per questo motivo abbiamo deciso di ricorrere alla giustizia".

"Accordi tra partner, ha aggiunto Schmutz, sono da preferire ai diktat statali. I prezzi provvisori sono giustificati solo in quelle regioni in cui non è stato possibile raggiungere un'intesa".

Schmutz non ha detto se ricorsi saranno presentati anche in altri cantoni. Il portavoce di Helsana Rob Hartmans ha spiegato all'ats che il gruppo deciderà caso per caso, in funzione dell'evolversi della situazione. L'applicazione delle tariffe per un periodo provvisorio, ha ancora tenuto a precisare Hartmans, comporta per le casse un enorme lavoro amministrativo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?