Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - Il presidente della Camera Gianfranco Fini passa al contrattacco e prepara un videomessaggio per raccontare la sua verità sulla vicenda della casa di Montecarlo. Una decisione presa, nonostante si fosse ripromesso di intervenire solo dopo la fine delle indagini, per il montare della bufera sulla vicenda che sta assumendo ormai risvolti non più solo mediatici, ma politici che rischiano addirittura di influenzare l'inchiesta.
La scelta di dire la sua e di provare a mettere un punto sulla questione viene addirittura rafforzata dal briefing serale nel quale il governo di S.Lucia conferma l'autenticità del documento che dimostrerebbe che la casa in Boulevard Princesse Charlotte sarebbe di proprietà di Giancarlo Tulliani. E dopo la quale dal Pdl scattano le richieste a Fini di "assunzione di responsabilita"'.
Domani, in mattinata, dunque, registrerà un video-messaggio che sarà trasmesso sui siti di 'Generazione Italià, del 'Secolo d'Italià e di 'Libertiamò. Un j'accuse contro la "campagna di disinformazione" e di veleni di questi mesi nel quale potrebbe riprendere alcuni degli interrogativi sulla vicenda comparsi nei giorni scorsi sul 'Secolò: dai rapporti del premier Berlusconi con l'ex primo ministro di Santa Lucia alla presenza di agenti dei servizi e della Guardia di finanza sull'isola. Il presidente dovrebbe, però, affrontare anche temi di più ampio respiro. Oggi è tornato a insistere su diversi punti che aveva toccato anche nel discorso di Mirabello, dalla necessità di fare le riforme a quella di cambiare la legge elettorale assicurando anche che dopo il discorso di Berlusconi "sarà tutto più chiaro".
La contromossa di Fini, d'altra parte, era nell'aria. In mattinata uno dei fedelissimi, Carmelo Briguglio, aveva ipotizzato una conferenza stampa del primo inquilino di Montecitorio per portare alla luce "ulteriori elementi" che "mettano fine a una campagna ossessiva fatta dalla stampa vicinissima o controllata dal premier". D'altra parte i 'finianì di stretta osservanza, continuano a definire "una patacca" tutta la storia della casa monegasca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS