Undici anni di carcere: questa la condanna inflitta oggi dalla corte delle assise criminali di Lugano a Flavio Bomio, ex Presidente della Società Nuoto Bellinzona.

Sono stati riconosciuti i tre capi d'accusa, ossia ripetuti atti sessuali con fanciulli e atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere, e quello più grave, la coazione sessuale nei confronti di vittime giovanissime.

Bomio, che ha già scontato 20 mesi di carcere preventivo, dovrà anche pagare 167 mila franchi di risarcimenti alle vittime. L'accusa aveva chiesto una condanna a 14 anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.