Tepco, il gestore della centrale nucleare di Fukushima, ha fatto ripartire i test sui sistemi di trattamento delle acque contaminate, sospese a causa di problemi di corrosione.

Si tratta dei cosiddetti Alps (Advanced Liquid Processing System) che sono stati progettati per rimuovere 62 tra gli elementi più radioattivi (tranne il trizio) e destinati ad avere un ruolo cruciale nella lotta al grande accumulo di acqua tossica alla disastrata struttura, segnando un miglioramento rispetto agli attuali standard che neutralizzano solo il cesio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.