Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GAZA - Torna a scorrere il sangue al confine fra Israele e la Striscia di Gaza, dove oggi un violento scontro a fuoco - innescato forse da un tentativo di rapimento di soldati israeliani - è costato la vita a due militari dello Stato ebraico, fra cui un ufficiale, e ad almeno altrettanti miliziani palestinesi. "Una giornata pesante", ha commentato a caldo da Gerusalemme il primo ministro, Benyamin Netanyahu, preannunciando rappresaglie.
L'episodio, avvenuto nella zona di Khan Yunes, nel nord dell'enclave controllata dagli islamico-radicali di Hamas, è il più cruento da tempo per le forze armate d'Israele, al culmine di una fase di rinnovata tensione dopo l'anno di semitregua seguito all'offensiva 'Piombo Fuso'. Ma questa volta ha avuto i connotati di un'imboscata concepita nello stile della guerriglia cecena. O degli Hezbollah libanesi.
Secondo fonti locali interpellate dall'agenzia di stampa italiana ANSA a Gaza, sembra sia stato un agguato in piena regola: l'esplosione di una prima bomba, udita da molti a breve distanza del varco di Kissufim, sarebbe servita per attirare un'unità militare nel territorio della Striscia e ad investirla con lo scoppio di un secondo ordigno-trappola. Scoppio a cui ha poi fatto seguito uno scambio prolungato di fuoco di armi pesanti e leggere.
Il bilancio finale - confermato in serata ufficialamente da Israele, dopo alcune ore di silenzio stampa - è di due militari uccisi e altri due feriti in modo serio: i morti sono il maggiore Eliraz Peretz, 31 anni, un cui fratello era caduto in combattimento alcuni anni fa in uno scontro con gli Hezbollah, e il sergente Ilan Saizokwsky. Almeno due morti (entrambi elementi delle Brigate Ezzedin Al-Qassam, l'ala militare di Hamas) si contano pure sulla trincea palestinese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS