Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - Lord Sainsbury, un nome noto soprattutto per la diffusa catena di omonimi supermercati (di cui è stato anche presidente), si è guadagnato adesso un posto nell'olimpo dei mecenati nel Regno Unito con una donazione record: 25 milioni di sterline, circa 40 milioni di franchi, destinati al British Museum allo specifico scopo di portare a termine un progetto di ampliamento tanto ambizioso quanto discusso.
Un contributo "incredibilmente generoso", è stato definito dai responsabili del museo. Il più cospicuo nell'ultimo quarto di secolo in Gran Bretagna, da quando nel 1985 il filantropo John Paul Getty donò 50 milioni di sterline alla National Gallery, sottolinea il Sunday Times. E soprattutto inatteso e graditissimo in un momento di crisi economica in cui i fondi per la cultura e l'arte si ridimensionano forse più di quelli assegnati ad altri settori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS