Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERLINO - Primo e inatteso aumento dei disoccupati in Germania dopo 17 mesi di costante calo, mentre a sorpresa diminuiscono i senza lavoro in Spagna per la prima volta da 5 mesi. Anche se la disoccupazione nel Paese iberico rimane a livelli record in Europa con oltre 4 milioni di disoccupati. In Germania a dicembre il numero dei senza lavoro è aumentato di 3.000 unità portando il totale a 3,15 milioni.
È il primo rialzo da giugno 2009 mentre gli economisti puntavano su un calo di 15.000 unità. Ma la colpa è tutta di una inattesa ondata di gelo, la peggiore mai registrata da oltre 40 anni: il mese di dicembre è stato per la Germania il più freddo dal 1969, un evento eccezionale che ha bloccato il settore delle costruzioni e messo in difficoltà quello dei trasporti. Per questo gli economisti sono convinti che l'aumento dei disoccupati sia solo temporaneo, e che il mercato del lavoro migliorerà, soprattutto se si tiene conto che l'economia tedesca è sulla strada di una solida ripresa.
La crescita della Germania nel 2010 - stando alle previsioni della Commissione europea - dovrebbe attestarsi su un +3,7%, il ritmo più forte dai tempi della riunificazione, e per quest'anno è prevista un'espansione superiore al 2%. La statistica odierna dell'Agenzia Federale del Lavoro di Norimberga mostra che il tasso di disoccupazione a dicembre è rimasto fermo al 7,5%, ai minimi da quasi vent'anni, e per il 2011 il governo federale si aspetta un calo dei disoccupati a quota 3 milioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS