Navigation

Germania: governo taglia 6-7 miliardi di imposte da gennaio 2013

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2011 - 16:39
(Keystone-ATS)

Il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble e quello dell'economia Philipp Rösler hanno annunciato oggi l'accordo raggiunto dal governo per un taglio del carico fiscale sui redditi da lavoro di sei o sette miliardi di euro, a partire dal gennaio del 2013.

L'alleggerimento si dovrebbe sostanziare grazie all'aumento del reddito minimo sotto al quale non si pagano tributi e a una riduzione di quella che in Germania viene chiamata "progressione a freddo", meccanismo che fa scattare un aumento delle imposte automatico legato agli aumenti in busta paga.

Critiche al provvedimento sono arrivate dall'opposizione e dagli alleati di governo della Csu, che non era stata messa a conoscenza della decisione governativa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?