Navigation

Germania: sì governo a legge che spegne centrali nucleari 2022

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 giugno 2011 - 12:22
(Keystone-ATS)

Il governo tedesco ha adottato oggi il disegno di legge che prevede l'abbandono del nucleare entro il 2022. Lo ha annunciato il ministro dell'Economia Philipp Roesler.

Secondo il progetto di legge, le nove centrali nucleari attualmente attive in Germania verranno chiuse gradualmente nei prossimi 11 anni. Le prime tre verranno chiuse nel 2015, nel 2017 e nel 2019. Per quanto riguarda le rimanenti centrali, tre verranno chiuse nel 2021 e tre nel 2022.

Tutti gli impianti verranno chiusi "entro il 2022", ha detto il ministro dell'Economia, Philipp Roesler, nel corso di una conferenza stampa tenuta a Berlino.

Da parte sua, il ministro dell'Ambiente, Norbert Roettgen, ha commentato che il piano approvato dal governo che prevede l'abbandono accelerato dell'energia nucleare e il rafforzamento delle fonti di energia rinnovabile segna l'avvio di un progetto "socialmente pionieristico".

Come è noto, il governo di fatto ha già avviato il piano con la decisione di chiudere definitivamente le sette centrali più vecchie del paese, oltre a un impianto che non è attivo già dal 2009.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.