Navigation

Giappone: evacuati in 110'000 per pesanti piogge

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2011 - 18:04
(Keystone-ATS)

Le prefetture di Niigata e Fukushima hanno diffuso l'avviso di evacuazione a oltre 100'000 residenti, a causa delle pesanti precipitazioni registrate nella regione.

Nella provincia di Niigata, sulla costa occidentale del Sol Levante, sono quasi 110'000 le persone interessate dal provvedimento, per un totale di 36'000 nuclei familiari, per poter permettere di effettuare lo scarico in sicurezza dell'acqua raccolta in due dighe nella città di Sanjo.

A Fukushima, la prefettura già alle prese con la crisi nucleare innescata dal sisma/tsunami dell'11 marzo, la città di Tadami ha invitato i cuoi abitanti - circa 4'800 in tutto - a lasciare le proprie case per l'insistente maltempo con piogge pari a 110 millimetri all'ora.

Le due prefetture hanno chiesto l'intervento delle forze militari di autodifesa per aiutare i soccorsi, il ritrovamento dei dispersi e la messa in sicurezza di quanti sono rimasti bloccati a causa di gravi frane e smottamenti.

L'Agenzia meteorologica giapponese (Jma) ha riferito che le attuali precipitazioni sono paragonabili a quelle che hanno colpito durante le stesse aree nel 2004. Nella sola città di Tokamachi (Niigata) si sono registrati piogge di 121 millimetri di acqua all'ora.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?