Navigation

Giappone: Kan, ridurre dipendenza nucleare con altre fonti

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2011 - 12:24
(Keystone-ATS)

Il Giappone dovrebbe "ridurre la dipendenza dall'energia nucleare" muovendosi verso una società orientata alle fonti rinnovabili ed eco-compatibili.

Lo ha detto il premier Naoto Kan nel corso di una conferenza stampa trasmessa in diretta dalla tv pubblica Nhk, nella quale ha assicurato che il Paese, malgrado il blocco di 35 reattori su 54, "ha una produzione energetica sufficiente sia per l'estate sia per l'inverno".

Dopo la crisi ancora irrisolta di Fukushima, "tenuto conto della gravità dei rischi legati alla generazione dal nucleare, ho realizzato che la tecnologia non è qualcosa che possa essere gestita soltanto con misure di sicurezza convenzionali", ha rilevato Kan secondo cui "dovremmo lavorare a una società che non dipenda più dall'energia nucleare".

Il premier, spiegando che giovedì partirà l'iter alla Dieta sulle fonti rinnovabili, ha sottolineato che i lavori per la messa in sicurezza della disastrata centrale di Fukushima stanno procedendo "quasi secondo la tabella" di marcia decisa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?