Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I livelli di radiazione riscontrati nell'aria del centro di Tokyo hanno registrato oggi un ulteriore miglioramento, mentre l'acqua della città è rimasta entro i limiti ammissibili per i neonati.

Secondo i dati diffusi sul sito web dal governo metropolitano di Tokyo, le radiazioni riscontrate nel centro della capitale erano di 0,115 microsievert/ora, meno di quota 0,120 di sabato, ma oltre lo 0,035 ritenuta come la quantità cui una persona sarebbe normalmente esposta a causa della radiazione del fondo naturale. Come riferimento, una radiografia al torace in genere espone il paziente alla dose di radiazioni pari a circa 100 microsievert/ora.

Quanto all'acqua, un campione dell'impianto di purificazione di Kanamachi ha fatto emergere che lo iodio radioattivo è sceso sabato a 34 becquerel/kg, contro quota 51 di venerdì.

I 100 becquerel/kg sono la soglia di legge che vieta la somministrazione dell'acqua ai lattanti fino a un anno: a inizio settimana, i funzionari della governo metropolitano, a causa dell'improvvisa impennata dei valori, hanno avvertito i genitori di non utilizzarla per i neonati, facendo partire l'incetta di acqua minerale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS