Navigation

Ginevra: oppositori davanti a consolato siriano

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 agosto 2011 - 14:47
(Keystone-ATS)

Una trentina di persone si sono radunate oggi davanti al consolato di Siria a Ginevra per denunciare la repressione esercitata dal regime contro la popolazione civile e rammaricarsi dell'inerzia della comunità internazionale.

Tra i manifestanti anche il presidente dei Verdi svizzeri, Ueli Leuenberger, secondo il quale Berna potrebbe fare di più, isolando economicamente la Siria. Il consigliere nazionale si è però detto stupito per l'atteggiamento di una parte della diaspora siriana, favorevole al regime di Assad. "E impensabile e ingiustificabile non reagire ai massacri", ha commentato Leuenberger.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?