Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SONDRIO - Per risolvere il giallo della barbara uccisione dell'imprenditore di Brusio Gianpiero Ferrari e della moglie Gabriella la polizia cantonale dei Grigioni ha chiesto aiuto alle autorità di polizia della confinante Valtellina, riferisce oggi l'agenzia italiana Ansa.
Ed ora, sulla scena del duplice omicidio dei coniugi, massacrati a sprangate in testa e a colpi d'arma da fuoco lo scorso 21 novembre, scendono in campo i carabinieri del nucleo investigativo di Sondrio. La squadra di investigatori del luogotenente Raffaele Grega, ordinata dal procuratore capo Fabio Napoleone, segue la pista dei killer extracomunitari arrivati da Milano o forse dalla provincia di Brescia, anticipa l'edizione di oggi del quotidiano "Il Giorno".
I cadaveri di Gianpiero Ferrari, 58enne titolare di una ditta che vende veicoli industriali e macchine da cantiere, e della moglie 57enne erano stati trovati dai due figli lunedì 22 novembre negli uffici dell'azienda familiare a Zalende, frazione di brusio. Stando all'autopsia, le vittime presentavano ferite da arma da fuoco e gravi lesioni alla testa provocate da un oggetto contundente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS