Navigation

GR: duplice omicidio Brusio, ora indagano carabinieri Sondrio

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 gennaio 2011 - 10:14
(Keystone-ATS)

SONDRIO - Per risolvere il giallo della barbara uccisione dell'imprenditore di Brusio Gianpiero Ferrari e della moglie Gabriella la polizia cantonale dei Grigioni ha chiesto aiuto alle autorità di polizia della confinante Valtellina, riferisce oggi l'agenzia italiana Ansa.
Ed ora, sulla scena del duplice omicidio dei coniugi, massacrati a sprangate in testa e a colpi d'arma da fuoco lo scorso 21 novembre, scendono in campo i carabinieri del nucleo investigativo di Sondrio. La squadra di investigatori del luogotenente Raffaele Grega, ordinata dal procuratore capo Fabio Napoleone, segue la pista dei killer extracomunitari arrivati da Milano o forse dalla provincia di Brescia, anticipa l'edizione di oggi del quotidiano "Il Giorno".
I cadaveri di Gianpiero Ferrari, 58enne titolare di una ditta che vende veicoli industriali e macchine da cantiere, e della moglie 57enne erano stati trovati dai due figli lunedì 22 novembre negli uffici dell'azienda familiare a Zalende, frazione di brusio. Stando all'autopsia, le vittime presentavano ferite da arma da fuoco e gravi lesioni alla testa provocate da un oggetto contundente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?