Navigation

GR: proprietari mega-segheria preparano fallimento

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 dicembre 2010 - 12:44
(Keystone-ATS)

COIRA - La mega-segheria di Domant-Ems (GR) potrebbe chiudere alla fine dell'anno. Il gruppo austriaco Mayr-Melnhof, proprietario della struttura, vuole chiedere il fallimento ed è pronto a ritornare sulla decisione soltanto se si troverà un'alternativa al credito di "salvataggio" bocciato ieri dal Gran consiglio dei Grigioni.
Il consiglio d'amministrazione ha decisio di rivedere il bilancio per poter presentare entro l'inzio della prossima settimana una dichiarazione di insolvenza, indica oggi in una nota il gruppo austriaco.
Ieri il parlamento retico ha bocciato di misura, nell'ambito dell'esame del preventivo 2011, un credito a fondo perso di 6,75 milioni di franchi destinato alla realizzazione di un nuovo impianto per la produzione di pellet. Il parlamento ha invece accolto, pure di misura, un secondo credito di 7,5 milioni da utilizzare come incentivi per la fornitura di legname da parte dei comuni.
La più grande segheria della Svizzera aveva annunciato di essere indebitata per 80 milioni di franchi e per cercare di salvarla il governo cantonale ha preparato un pacchetto di misure da 39 milioni di franchi. La segheria dà lavoro a 130 persone. In caso di chiusura, il governo teme ripercussioni sull'intera economia forestale del cantone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?