Navigation

Grecia: faremo necessario per ottenere aiuti

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 maggio 2011 - 14:13
(Keystone-ATS)

Il governo greco farà tutti i passi necessari per il risanamento dei conti ed è "fiducioso" che riuscirà ad ottenere la quinta tranche degli aiuti Ue-Fmi. Lo ha detto il ministro delle Finanze greco, George Papacostantinou all'indomani del fallimento della trattativa fra i partiti politici greci sul piano di austerity negoziato con Unione europea e Fondo monetario Internazionale.

Il ministro ha ribadito - in una intervista alla tv ellenica Mega Tv, ripresa dall'agenzia Bloomberg - che il costo di un qualsiasi altro scenario alternativo sarebbe "troppo alto" e che comunque resta esclusa l'eventualità di una uscita di Atene dal blocco dell'euro.

"I colloqui con l'Unione europea e il Fondo monetario internazionale vanno avanti e il Fmi ha chiaramente stabilito che non può versare la nuova tranche del prestito se non ci saranno due condizioni necessarie, cioè che il debito greco sia sostenibile e che la Grecia sia in grado di finanziarsi per almeno i prossimi 12 mesi". "A questo punto - conclude Papacostantinou - la questione ancora non è chiarita, ma credo che riusciremo ad ottenere la quinta tranche perché l'Unione europea alla fine trova sempre una soluzione a patto che la Grecia faccia la sua parte".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?